Questione di coraggio

Il coraggio di esprimere il proprio pensiero in tempo di social è una questione che assume sempre più rilevanza. Un atto di civiltà che bisogna considerare seriamente se si vuole fermare la deriva verso l’odio e il tentativo di annientamento della critica e del dissenso cui si assiste tristemente.

Il metodo è lo stesso dei tempi del fascismo in chiave 2.0. Il capobastone accende la miccia con un post ed immediatamente i camerati danno sfogo al peggio che ci si possa attendere da un popolo – quello Italiano – che fino ad oggi era riconosciuto come civile, tollerante, solidale. Italiani brava gente dicevano. Continua a leggere “Questione di coraggio”

La pacchia è finita

Il Ministro dei Social divorato dalla smania di propaganda.

Come un domatore di leoni nella gabbia creata da egli stesso, il gran maestro di memes – che è anche Ministro e vice-premier – muove un passo falso facendosi sbranare senza difficoltà. Colui che sta dando scuola di viralità persino alla Casaleggio Associati pur di continuare l’eterna propaganda fa l’uscita più infelice da inizio legislatura capace di far venire il vomito persino a chi guarda le azioni di questo governo come non proprio sbagliate (naturalmente non io).

Continua a leggere “La pacchia è finita”