Anche io conosco un tizio che si è presentato alle elezioni con una coalizione di centro-destra e questo gli ha consentito di avere più poltrone di quelle che spettavano con i soli voti se si fosse presentato da solo.

Poi manda a quel paese la coalizione, si allea con l’avversario elettorale e naturalmente si tiene le poltrone in più.

Poi manda all’aria tutto, da la colpa a forze occulte quasi astratte, in perfetto stile complottistico, e accusa gli altri di pensare solo alle poltrone.

Come se uno chiedesse il divorzio perché non sta più bene in quel matrimonio ed è convinto che troverà subito l’amore con il beneplacito del padre. Poi si rende conto che non se lo fila nessuno e il padre lo guarda come un povero deficente. Intanto il/la compagno si mette con un altro e lui li accusa di avere premeditato tutto con la collaborazione dei suoceri e di tenersi la casa e l’affido dei figli.

Poi conosco tanti che gli danno anche credito al tizio e mi chiedo perché ma non riesco a dare una risposta a tutto questo.