Non entro nel merito della scelta. Faccio notare il perché oggi Rosalba De Giorgi – una deputata del M5S – pesantemente contestata è stata costretta a ritirarsi scortata.

In primis anni di intransigenza delle opposizioni (M5S – Lega) che oggi si trovano insieme al Governo, hanno deliberatamente diviso i cittadini. Ed oggi non fanno altro che continuare a farlo ma a velocità notevolmente aumentata.

Quindi a Taranto esistono due fronti contrapposti. Quello dei comitati e cittadini “anti-ilva” che rivendicano il diritto alla salute dopo decenni di inquinamento pesante dell’area con risvolti negativi evidenti. Poi c’è quello dei padri e madri di famiglia che devono mettere il piatto a tavola e per farlo sono disposti anche ad andarci fino dentro all’ilva pur consapevoli delle conseguenze.

Bene, il M5S dell’opposizione, quella del video (2015), seppure con qualche supercazzola è sempre stata sostanzialmente per la chiusura dell’impianto (LEGGI) “senza perdere i posti di lavoro” (nonostante Gigi abbia spiegato come io non ho capito).

Il M5S del Governo salva l’Ilva, in ritardo mostruoso con le prescrizioni imposte per limitare l’inquinamento, portando a casa sostanzialmente delle promesse.

In questo contesto la De Giorgi, poche ore dopo la firma di Di Maio, con slancio – e troppa ingenuità – si presenta al sit in di protesta contro il salvataggio organizzato dai comitati pro-chiusura e bonifica dell’area. Li è costretta a fuggire scortata dalle pesantissime contestazioni. Ma si aspettava davvero gli applausi?

Evidentemente non hanno presente che in qualche caso il cambiamento non è proprio desiderato e ci sono ampi gruppi di persone – come me – che preferivano il M5S prima del cambiamento stesso.

ATTENZIONE

Se hai letto fino a questo punto probabilmente soffri di qualche disturbo non ancora individuato dalla medicina moderna.

Oppure potrebbe esserti piaciuto quanto ho scritto e questo è ancora più grave. Se vuoi continuatri a fare del male seguimi attraverso i link o il modulo nel sito. Se vuoi fare del male anche agli altri CONDIVIDI questo articolo.

Se non sei d’accordo in tutto o in parte con quanto scritto sei del PD. Se dici di no è perché ancora non sai do esserlo.

E inutile che provi non c’è via d’uscita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *